C’è un legame fra il latte ed il Parkinson?

Il Parkinson, dopo l’Alzheimer, è la più comune malattia neurodegenerativa. Ogni anno solo negli Stati Uniti ci sono circa 60.000 nuove diagnosi, e adesso più di 1.000.000 di pazienti soffre di questa patologia, con decine di migliaia di persone che ogni anno muoiono a causa del Parkinson. L’alimento più spesso correlato è il latte, e la contaminazione del latte da neurotossine è stata considerata “l’unica spiegazione possibile”

Alti livelli di specifici pesticidi sono stati trovati nel latte, e gli stessi sono stati trovati nelle aree più colpite dal Parkinson nel cervello di pazienti esaminati all’autopsia. Pesticidi nel latte sono stati trovati praticamente in tutto il mondo, per cui l’industria dei latticini dovrebbe richiedere degli screening prima di commercializzarlo. In effetti, dei test efficaci portatili ed economici adesso sono sul mercato senza possibilità di falso positivo o falso negativo, e danno velocemente un risultato per capire quanti pesticidi altamente tossici sono presenti nel latte. Ci sono, ci resta soltanto da convincere l’industria.

Altri non sono convinti di questo legame fra latte e Parkinson per i pesticidi. ” Nonostante chiare associazioni fra l’assunzione di latte e l’incidenza della malattia di Parkinson, non c’è ragione per il latte di essere un fattore di rischio. ”

Se fossero i pesticidi nel latte che si accumulano nel cervello, arriveremmo alla conclusione che i pesticidi starebbero nella parte grassa del latte. Ma, il legame fra il latte scremato ed il Parkinson è altrettanto forte. Così i ricercatori hanno ipotizzato una causalità inversa : non è il latte che causa il Parkinson, ma è il Parkinson che aumenta il consumo di latte.

Il Parkinson rende alcune persone depresse, e le persone depresse potrebbero bere più latte. In questo modo, hanno suggerito ai tempi di non limitare l’intake di latticini per chi soffre di Parkinson, soprattutto perché si pensava che il latte proteggesse dalle fratture ossee. Ma adesso noi sappiamo che non è così, bere il latte non protegge dalle fratture ossee, ed anzi potrebbe aumentare il rischio di fratture e di morire. Ironicamente, questo potrebbe darci un indizio di cosa succede nel Parkinson, ma prima diamo un’occhiata a questo argomento della “causalità inversa” : è il latte che porta al Parkinson o é il Parkinson che porta al latte?

Abbiamo bisogno di studi di coorte prospettici nei quali si misura inizialmente il consumo di latte, e le persone vengono seguite nel tempo, e questi studi comunque trovano un significativo aumento del rischio legato alla quantità di latte consumato. Il rischio aumenta del 17% per ogni bicchiere piccolo di latte, e del 13% per ogni pezzetto giornaliero di formaggio.

Ancora, la spiegazione standard è che il rischio è legato a qualsiasi pesticida ed altre neurotossine presenti nel latte, ma questo non spiega perché alcuni prodotti caseari presentino più rischio di altri. Residui di pesticidi si trovano in tutti i latticini, perciò perché dovrebbe essere più rischioso il latte del formaggio? Più che per i pesticidi in sè, ci sono altri neurotossici, come i tetraidrochinoli, trovati nel cervello delle persone morte di Parkinson, ma ci sono livelli più alti di questi nel formaggio, anche se le persone potrebbero più bere latte che mangiare formaggi.

La correlazione fra latticini e l’Huntington’s disease appare simile. L’ Huntington è una terribile malattia neurodegenerativa ereditaria, di cui i sintomi potrebbero essere raddoppiati dal consumo di latticini, ma ancora una volta ripeto, potrebbe esserci più consumo di latte che di formaggi, che ci riporta allo studio precedente dove più latte più rischio di mortalità.

Ogni volta che ascoltiamo rischi di malattia associati più al latte che al formaggio- più stress ossidativo ed infiammazione– noi dovremmo pensare al galattosio, lo zucchero presente nel latte, piuttosto che al grasso o alle proteine o ai pesticidi. Ecco perché pensiamo che chi beve più latte ha un rischio maggiore di mortalità.

Chi non riesce a liberarsi dal galattosio non solo presenta danni alle ossa, ma anche al sistema nervoso!

Dr. Micheal Greger

Commenta

Autore dell'articolo: GG

Foto del profilo di GG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *