Disinformazione per tutti : Rai e Ministero finanziano la sofferenza.

 

In 30 secondi, veniamo travolti da una serie di informazioni volutamente errate. Ma ancora peggio, più che raccontare bugie, raccontano mezze verità, omettendo una serie di elementi abbastanza importanti. Vediamo di analizzare qualche frammento di questi spot, magari riflettendo su : che fine fanno i nostri soldi – quale è l’idea degli animali non umani di chi sta al governo – quale è il ruolo della televisione nel panorama italiano. Solo alcuni spunti, poi ci sarebbe davvero tanto altro di cui poter discutere.

Basta ascoltare attentamente queste lezioni di etichetta, format foraggiato da Rai Pubblicità, per rendersi conto della sottile manipolazione linguistica in atto.

  • la b12 presente naturalmente nei prodotti di origine animale.
    Corretto, la B12 si trova nei prodotti di origine animale. Ma voi vi spiegate, in prima istanza, cosa mangiano quegli animali? Fondamentalmente verdura e cereali. Anche peggio è la seconda parte : la B12 viene addizionata ormai da tempo anche per gli animali da allevamento. Condizioni di vita drastiche, antibiotici, carenze nutritive rendono quasi impossibile “l’accumulo” di B12, che deve essere sopperita con l’integrazione.
  • mangiare con equilibrio carne bovina può contribuire al benessere naturale dell’organismo
    Quel può è la cosa peggiore si potesse scrivere.
    Stare in silenzio può evitare di farti dire fesserie, ma questo non ti rende automaticamente intelligente. Spero che la similitudine regga.
    No scusate, in effetti anche l’equilibrio è una parola tanto concreta quanto effimera. Equilibrio che non viene minimamente accennato successivamente : quale è quello giusto? Sì, ci viene fatta vedere una piramide alimentare con la stellina della carne bovina ma non è così chiaro.
  • contiene numerosi nutrienti fondamentali per la vita, studio, gravidanza, sport
    Ogni alimento può contenere dei nutrienti, ma bisogna considerare l’alimento nella sua interezza, non soltanto andare a guardare quello che ci interessa. La carne contiene fibre? Contiene anti ossidanti? Anche qui, il mezzo prescelto è quello della mezza verità, tesa più a fare propaganda che informazione. D’altronde, come sappiamo ormai da anni, anche l’alimentazione a base vegetale contiene tutti i nutrienti per ogni fase della vita. Persino in gravidanzawow. Ne ha parlato poi anche la British Dietetic Association Altri come il BMJ, ricordano come non faccia così bene mangiare carne.
  • la carne bovina è ricca di proteine nobili
    Come viene ricordato in questo altro speciale spot, la carne bovina è ricca di proteine nobili. Peccato che questo mito sia stato smontato da tempo, disinformazione di regime, ed ormai è noto come le proteine da fonte vegetale siano altrettanto valide! Tra l’altro, sapete perchè hanno un alto valore biologico le proteine animali? Perchè i primi studi sulle proteine sono stati fatti su quelle animali, ed i primi studi sui valori biologici prendevano l’uovo come riferimento.

Questo spot poi è l’apoteosi : si parla di sostenibilità fino al vomito.

  • Si parla di consumo consapevole e lotta allo spreco
    Benissimo, allora ricordiamo proprio come qualche tempo fa sia stato pubblicato uno studio, ricordato dall’Ansa, per cui gli hamburger sono il cibo più inquinante al mondo. Disinformazione fino al midollo. Dobbiamo ricordare lo studio del ricercatore ambientale di Oxford, il Dr. Poore?
    Evitare carne e latticini è la migliore scelta individuale per ridurre l’impatto ambientale
  • 110.000 allevamenti in Italia come espressione sociale
    Quindi, stiamo sottolineando che dato che esistono così tante realtà legate al mondo della carne, non possiamo permetterci di perderli?
    La Olivetti ha chiuso per sempre? Leader mondiale per le macchine da scrivere, si è reinventata nel “futuro”. Non penso sia necessario aggiungere altro, c’è sempre la possibilità di cambiare target d’azienda.
  • benessere per gli animali
    Ci sono video su video, testimonianze scritte, libri, documentari, film. Una marea di documentazione che dimostra come il benessere per gli animali sia solo uno specchietto per le allodole. Genitori privati dei figli, esseri senzienti che non si possono muovere, galline che intasano hangar fino ad esplodere, antibiotici a ripetizione per evitare di farli morire tutti, becchi che vengono strappati via come se fossero di plastica, e sempre come fine ultimo c’è quello di evitare di perdere prodotto. Perchè possono girarcela come gli pare, ma la sostanza rimane quella : l’animale è considerato come un oggetto.
    Fosse considerato come un essere meritevole di vivere la propria vita, non succederebbe questo. Chiaramente questo poi è un sintomo della società carnista ed antropocentrica in cui siamo immersi, ma niente vieta nel tempo di modificare le nostre percezioni.

 

 

Alcune parole poi del presidente Assocarni,Tomei che ha dichiarato : “A fronte di un calo dei consumi di carne bovina in Europa e in Italia negli ultimi dieci anni e della crescita del food social gap che porta le classi meno abbienti a mangiare meno carne per motivi economici, lo scopo della nostra proposta è quello di rendere i consumatori consapevoli dell’importanza della carne bovina italiana

Ora, non ci metteremo a fare l’analisi parola per parola del caro Tomei, ma è evidente come a fronte di una perdita di consumi, c’è una reazione del mondo zootecnico. Ed è giusto, è comprensibile che agiscano in questo modo, per carità.
Peccato che poi in sostanza strumentalizzino la questione, e raccontino una mezza verità dopo l’altra con qualche spruzzata di disinformazione bella e buona per “rendere i consumatori consapevoli“. Ok, chiaro.
E poi sono i vegani quelli estremisti?

Commenta

Autore dell'articolo: GG

Foto del profilo di GG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *