Dr. Barnard : “Vogliamo insegnare nutrizione ai medici?”

Il 94% dei medici riconosce l’importanza di una dieta sana, ma soltanto il 14% si sente in grado di aiutare il paziente a scegliere cosa mangiare. Il 61% dei medici dichiara di non aver mai ricevuto informazioni sulla nutrizione durante il corso di laurea

Numeri contradditori, che mostrano la realtà per quella che è : i medici non sanno nulla di nutrizione.

Ma questa non è certo un’accusa : nel corso di laurea sono davvero poche le ore dedicate alla nutrizione. 6 anni di formazione, tra libri e reparti, e soltanto una minuscola parte del tempo viene impiegata nel parlare della vera prevenzione.
Ci stupisce che siamo tutti così malati? Se il nostro sistema sanitario investe meno del 10% delle sue risorse nella prevenzione primaria, è soltanto una logica conseguenza.
Basterebbe poco per poter prevenire il 40% dei casi di cancro, ma la percentuale diventa molto più grande quando inseriamo le cosidette “malattie del benessere” come il diabete o malattie metaboliche, malattie cardiovascolari legate all’alimentazione.

Questa frase del Prof. Martin Wiseman del WCRF è molto indicativa
Non esiste una mancanza di rischio anche con la minima porzione di carni processate. Perchè continuare a mangiarle, pubblicizzarle, darle ai malati di cancro?
Brochure di una associazione dei malati di cancro. Non c’è altro da aggiungere

 

Le parole all’inizio dell’articolo vengono da un commentary scritto dal Dr. Neal Barnard sul “Jama Internal Medicine” di Luglio
“Ricerche mostrano come una dieta ricca in frutta, verdura, legumi e cereali integrali, può aiutare nel trattamento di malattie cardiovascolari, ipertensione, diabete, cancro. Ma soltanto il 9.3% degli americani raggiunge il fabbisogno minimo giornaliero di verdura, mentre la percentuale arriva al 12.2% per la frutta. A volte basta semplicemente cambiare la propria dieta, e alcune volte queste malattie possono anche regredire.
Sono 5 i passi secondo me da fare per migliorare il rapporto tra i medici e la nutrizione : 1) Studiare nutrizione dovrebbe essere necessario per ogni medico durante il corso di laurea ed aggiornarsi durante la carriera 2) I dottori dovrebbero lavorare insieme ad un nutrizionista 3) Le cartelle mediche dovrebbero tenere conto della nutrizione 4) I dottori sono anche degli esempi nella nosra società e per questo dovrebbero vivere uno stile di vita adeguato 5) Dovrebbero essere migliorati i programmi di nutrizione negli ospedali e nelle scuole”
Riusciremo mai a garantire ai futuri medici un programma adeguato di studi sulla nutrizione?

Commenta

Autore dell'articolo: GG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.