Arriva la pizza “anti tumore”… ed è vegana!

Farina di frumento, friarielli, pomodorini, olive, olio extra vergine d’oliva, aglio e peperoncino: questi gli ingredienti della pizza che ridurrebbe il rischio di malattie cardiovascolari e alcuni tipi di tumori dell’apparato digestivo, incluso il tumore al colon.

Nata da un progetto dell’Istituto dei Tumori di Napoli Fondazione Pascale, arriva la Pizza Pascalina, che mira alla diffusione di un comportamento sano e attento ad una corretta alimentazione anche attraverso la pizza grazie allo studio di gruppo di esperti di diverse discipline e che ora mette in rete ristoratori, produttori, consumatori, e ricercatori per un unico obiettivo, quello di salvaguardia della salute.

Per tutti gli amanti della pizza (e chi non la ama?) può essere consumata come pasto principale per ben due volte alla settimana e si basa anche sulle linee guida contro i tumori della World Cancer Research Fund e sulle evidenze più recenti su dieta e prevenzione dei tumori.

È un caso che la pizza “allunga vita” e “anti tumore” sia priva di derivati animali?

Chiaro che ognuno di noi ha una diversa percezione del cibo, ma da questa idea possiamo arrivare a questo risultato : vuoi condurre una vita che sia al 100% per prevenire i tumori?

Allora scegli una alimentazione a base vegetale!

Questo non rende automaticamente le verdure sante ed i derivati animali dei demoni, e se non mangi derivati animali allora non ti verrà mai un tumore è un’altra considerazione sbagliata, ma è chiaro che non mangiare animali e derivati aumenta la possibilità di non contrarre un tumore!

D’altronde, è una possibilità di cui si parla da più di 100 anni, lo scriveva il NY Times nel 1907.

È un fattore causale per il diabete, parola del Dr. Micheal Greger

Queste invece le parole del presidente BMJ, Fiona Goodle

“Come in passato hanno fatto altri prima di noi con il fumo, dovremo cominciare col dare il buon esempio riducendo noi stessi il consumo di carne.”

E per correttezza, last but non least, ricordiamo anche la sofferenza di esseri senzienti, la violenza invisibile del mangiare carne secondo la psicologa Melanie Joy.

Non puntiamo pistole addosso : se vuoi mangiare carne e derivati, liberissimo di farlo. Semplicemente cercare di essere consci di alcuni fatti e nel possibile fare meglio per migliorarsi e per migliorare il mondo che ci sta intorno.

Salva il pianeta e mangia la foglia, perché volenti o nolenti il mondo per una questione economica si adatterà al mangiare vegetale. Se volete passare agli insetti e li preferite ad una fresca insalata di pomodori, nessun problema 😉

Commenta

Autore dell'articolo: GG

Foto del profilo di GG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *