Il nuovo capo del CDC stringe accordi con la Coca Cola per combattere l’obesità. Dobbiamo aggiungere altro?

Il nuovo capo del centro per il controllo e la prevenzione delle malattie, il CDC,  che si occupa di argomenti inerenti alla salute pubblica, tra cui l’impatto delle bevande zuccherate sull’obesità e le malattie cardiache, sarà guidato da Brenda Fitzgerald, un medico georgiano il cui progetto di obesità per bambini è stato sottoscritto dalla Coca Cola.
Se ricordate, tempo fa avevamo scritto un articolo su gli stretti legami fra CDC-OMS-COCA COLA
Insomma, non sono nuovi a situazioni del genere. Tempo fa anche Report ha dedicato un servizio a quest’industria, di cui sono convinto che il mondo farebbe volentieri a meno.
Non c’è molto da aggiungere, la vicenda parla per sè, buona lettura.

L’annuncio di nominare Fitzgerald come direttore del CDC è stato fatto venerdì dal segretario di salute e servizi umani Tom Price.

Fitzgerald, ex candidato repubblicano per il Congresso e consulente di Newt Gingrich, più di recente ha servito come commissario per la salute pubblica della Georgia. Price e Gingrich hanno precedentemente rappresentato il 6 ° distretto congressuale in Georgia, ora in mano alla repubblicana Karen Handel.

Durante il suo mandato come guardia sanitaria pubblica della Georgia, in uno stato che ha uno dei tassi di obesità più elevati della nazione, Fitzgerald e Gov. Nathan Deal hanno lanciato il programma SHAPE, uno sforzo nazionale per affrontare l’obesità infantile attraverso “attività fisica prima della classe, attività fisica durante Classe, e più strutture per allenarsi “.

Muhtar Kent, capo esecutivo e presidente della Coca-Cola Company, è apparso con il governatore e Fitzgerald per promuovere l’iniziativa, insieme a un impegno di $ 1 milione dalla sua società per finanziarlo. Clyde Tuggle, dirigente della Coca-Cola responsabile della strategia di lobbying della società, è stato nominato inizialmente al consiglio di amministrazione della strategia di stato contro l’obesità, inclusa l’iniziativa SHAPE di Fitzgerald. (Tuggle ha annunciato il suo ritiro daCoca-Cola nel marzo di quest’anno).
Questo generoso premio avrà un impatto significativo sulla vita dei nostri figli oggi e in futuro“, ha detto Fitzgerald alla conferenza stampa. A meno che non affrontiamo questa epidemia di obesità che affrontano i nostri figli adesso, probabilmente subiranno le conseguenze di lunga durata dell’obesità, come il diabete, ipertensione e malattie cardiache. Con questi soldi possiamo fare una vera e propria differenza “.
Sincero interesse per la salute dei bambini. Certo.

Coca-Cola era così appassionata dell’approccio di Fitzgerald ai problemi dell’obesità che sul sito web di Coca-Cola, le hanno dedicato una colonna per farle scrivere la sua opinione.

I funzionari della sanità pubblica di tutto il paese hanno fatto dell’obesità un problema importante. Gli Stati Uniti hanno il merito di avere il più alto tasso di obesità infantile nel mondo, secondo una recente relazione del New England Journal of Medicine. E più relazioni hanno scoperto che il consumo di bevande zuccherate è un conduttore leader dell’obesità, legato a malattie cardiache, diabete, malattie renali, tumori e ipertensione.
Aggiungiamo poi l’altro elemento tipico della Western Diet, carni latte e derivati, e l’epidemia di obesità è servita su un piatto d’argento.

Più esercizio, naturalmente, è una cosa buona, ma il programma Georgia SHAPE ha evitato di fare un altro passo fondamentale verso una vita più sana: ridurre il consumo di bevande zuccherate. Anzi, durante un programma televisivo, la Fitzgerald ha spiegato il suo approccio, di fatto aiutando la Coca Cola!  Ci concentreremo su quello che dovresti mangiare“, ha detto, semplicemente suggerendo  che i bambini mangino più frutta e verdura. Fitzgerald non ha raccomandato l’approccio adottato dai funzionari pubblici in tutto il paese, cioè che i bambini dovrebbero eliminare dalla loro dieta junk food e bevande zuccherate.

Il contrasto è stato presentato esplicitamente in una presentazione nel 2015. Due modi di pensare totalmente diversi, sicuramente ottimo lavoro del nuovo responsabile del CDC. Nel spiegare il programma SHAPE, i funzionari del dipartimento della sanità pubblica della Georgia si sono opposti al modello “Georgia vs. California” sull’epidemia di obesità. Le città in California, potete aprire il link, hanno promulgato la prima tassa sulle bevande zuccherate. La Georgia, d’altra parte, ha proposto la più grande esenzione sulle nuove norme federali che frenano la vendita di cibo spazzatura nelle scuole pubbliche. Non è Lercio

 

 

 

Coca-Cola, insieme a PepsiCo e altri  del settore dello zucchero, ha lavorato in modo ossessivo per sconfiggere i tentativi di regolamentazione delle bevande zuccherate. Gli interessi dell’industria dello zucchero sono stati enormi, compresa la Coca-Cola, hanno speso almeno 67 milioni di dollari per gli sforzi di campagna per eliminare le tasse di zucchero e le relative misure di votazione per l’etichettatura. Le e-mail sbattute dai funzionari democratici durante la campagna presidenziale del 2016 hanno rivelato che i dirigenti di Coca-Cola, tra cui Clyde Tuggle, il vicepresidente della Coca-Cola che ha supervisionato SHAPE, hanno tentato di esercitare pressioni sulla campagna di Hillary Clinton per abbassare il suo sostegno su una tassa sulle bevande zuccherate.

Pensate che la Coca Cola è stata anche beccata nell’aver creato da zero un gruppo chiamato Global Energy Balance Network, progettato per ridurre i rischi per la salute associati a bevande zuccherate.
Ma perchè ci dobbiamo fidare di queste aziende?

Il CDC in particolare è stato preso di mira anche da Coca-Cola, e da tempo sono stati portati alla luce tentativi di lobby dell’agenzia per influenzare la politica sanitaria pubblica.
Ma perchè ci dobbiamo fidare di queste aziende? Qualcuno riesce ad elaborare una risposta valida?

Le e-mail ricevute da US Right to Know hanno rivelato che i dirigenti di Coca-Cola e l’International Life Sciences Institute – un’organizzazione fondata con il sostegno della Coca-Cola – avevano pressato l’agenzia a collaborare con il gigante zuccherato e lasciarlo pesare nei dibattiti sulle bevande analcoliche zuccherate. In una particolare catena di posta elettronica con un funzionario del CDC, un ex dirigente della Coca-Cola ha discusso strategie per influenzare l’invito dell’OMS per una maggiore regolamentazione delle bevande analcoliche. L’ex dirigente della Coca-Cola ha chiamato gli sforzi dell’OMS una “minaccia per il nostro business E ha invitato il funzionario del CDC per cena per discutere ulteriormente le modalità per decidere le decisioni dell’organismo internazionale. Clyde Tuggle, ex dirigente della Coca-Cola, è stato incluso nella catena di e-mail.
Ma perchè ci dobbiamo fidare di queste aziende? Perchè semplicemente non smettere di acquistare questi prodotti?

Mentre gli elettori hanno continuato ad approvare nuovi limiti sulle bevande zuccherate, Coca-Cola potrebbe avere un nuovo alleato presso la prima agenzia nazionale di sanità pubblica.
Rhona Applebaum, ex ufficiale di salute e scienza di Coca-Cola, ha celebrato così la scelta sui social media, tweettando : “Una scelta eccellente!”


Non si smentiscono mai eh. Ci dobbiamo preoccupare che il nuovo responsabile del CDC sia un lacchè della Coca Cola? Nah.

Commenta

Sharing is caring!

Autore dell'articolo: GG

Foto del profilo di GG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *