Chiropratico ritrovato bruciato nella sua auto : omicidio o suicidio?

Le cattive notizie non vengono mai da sole. Se proprio ieri abbiamo raccontato dello sfortunato epilogo di Tim Cunningham del CDC, oggi parliamo di Norman Valdes Cotten Jr. Chiropratico statunitense che è stato trovato nella sua auto in fiamme.

Le autorità ancora non sono arrivate a stabilire se si tratta di omicidio o suicidio perché si attendono gli esami tossicologici.

Norman aveva 54 anni e lavorava in una cittadina del Michigan. Lunedì mattina le autorità ricevono una chiamata, c’è una auto in fiamme vicino ad una scuola elementare. Arrivano i vigili del fuoco, spengono le fiamme, e dentro la macchina trovano il suo cadavere, identificato grazie all’esame dei denti.

Dalla preliminare analisi del Coroner, sembra sia morto a causa delle ustioni e dei fumi inalati. Interessante il ritrovamento nel sedile passeggero di un taglierino ormai sciolto dal calore. Inoltre, anche due bombole di gas sono state ritrovate nel veicolo, e come confermato dalla moglie, provenivano dalla loro casa. Sono state piazzate proprio intorno all’area dell’abitacolo in cui era Norman. La moglie ha poi aggiunto che il marito lunedì mattina è uscito molto velocemente da casa, lasciando li il cellulare. Che fosse di fretta per uccidersi senza dire niente alla moglie?

Norman non solo era un chiropratico ma si occupava del figlio disabile affetto da distrofia muscolare.

Ricordate la rubrica della giornalista americana Erin Elizabeth sulle morti sospette di professionisti della salute? Con questa si arriva ad 87, chissà se mai arriveranno vere risposte.

Condoglianze alla famiglia, sperando che possano avere luce su questa vicenda.

Commenta

Autore dell'articolo: GG

Foto del profilo di GG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *