On. Catalano : I danni ci sono ma fanno di tutto per non mostrarlo!

#Vaccini: Oggi siamo arrivati ad un paradosso: chi obbedisce lo fa sotto la sua responsabilità, e non il contrario.

Ripercorrendo le tappe storiche della vicenda e facendo un po’ d’ordine cosa possiamo notare:

Nel 2013 vengono emanate dal WHO le nuove linee guida per la rilevazione eventi avversi da vaccino (http://bit.ly/Linee_guida_EA): Aumentano le difficoltà per collegare i vaccini agli eventi avversi, comprese le SIDS (Morti in culla)

8 Luglio 2016 (http://bit.ly/ODM_20160708): la federazione degli ordine dei medici emana un comunicato stampa dove afferma che: “Il consiglio di non vaccinarsi nelle restanti condizioni, in particolare se fornito al pubblico con qualsiasi mezzo, costituisce infrazione deontologica.”

LEGGE 8 marzo 2017, n. 24 (http://bit.ly/Legge_Gelli): viene stabilito che il medico è un burocrate, deve attenersi alle linee guida nazionali emanate dall’ISS se non vuole essere perseguito per negligenza e imperizia. Le linee guida le scrivono solo le società scientifiche identificate dal ministero. (gli ordini professionali lo sono)

DECRETO-LEGGE 7 giugno 2017, n. 73, articolo 5bis: AIFA viene inserita come Litisconsorte in tutte le cause di riconoscimento del danno da Vaccino L.210/92. Così facendo la possibilità che il cittadino possa avere successo si riduce ulteriormente. La 210/92 prevede infatti che il cittadino che ritiene di essere stato danneggiato dal vaccino faccia causa allo STATO.

Durante l’anno 2017 sono state effettuate le prime radiazioni di medici dubbiosi sulla pratica vaccinale.

Riassumendo cosa succede: se adempi all’obbligo e subisci un danno, la comunità scientifica non ti aiuterà a dimostrarlo (le linee guida non consentono più di associare il nesso), se riuscirai a dimostrarlo, ti ritroverai AIFA e il Ministero contro di te fino al terzo grado di giudizio: tu e il tuo avvocato VS l’avvocatura dello stato con capacità economia illimitata. Se vinci non ti danno nemmeno l’indennizzo, ti fanno aspettare anni e anni.

Nessun medico ti aiuterà nel consigliarti che fare perché potrebbe venire radiato dall’ordine. Se il danno sarà fortemente invalidante non riceverai l’assistenza dovuta, per carenza di risorse pubbliche, quindi sarà tutto a tue spese e se ti va bene riceverai una piccola indennità per invalidità e al massimo un accompagnamento.

Però dopo che abbiamo pubblicato la relazione della commissione di inchiesta (http://bit.ly/Relazione_Finale) analizzando i documenti riservati delle case farmaceutiche e ponendo alcune conclusioni significative, AIFA ha pubblicato i dati sulle reazioni avverse e i dati della vaccino-vigilanza, dove si dimostra che i danni ci sono eccome (http://bit.ly/Dati_2017_AIFA).

Commenta

Autore dell'articolo: GG

Foto del profilo di GG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *