Vaccinare in sicurezza : praticamente un ossimoro

Il giorno dopo, tanti interrogativi.

Un programma denso con relatori da ogni parte del mondo. È troppo facile bollare l’evento come novax : tanti relatori hanno sottolineato l’importanza delle vaccinazioni.

E lo capisco, che sia per mettersi al riparo o perché ci si vuole credere, nessun problema.

Capisco anche chi critica D’Anna, perché prima non si era mai esposto o perché non avrebbe le competenze, ma i fatti sono, per quel che può valere, che negli ultimi 2 anni ha organizzato 2 convegni ricchi di contenuti e non di parole al vento.

Due convegni gratuiti, e questo lo sottolineo perché la conoscenza deve essere condivisa così, e non è scontata la cosa.

Poter ascoltare e poi conoscere la Deisher o il dr. Puliyel è stata una bella esperienza, alcuni articoli del pediatra furono anni fa tra i primi che svelarono per me la situazione polio in India, così come le disturbanti, ma altrettanto precise, analisi della Deisher.

Pensate che si è anche parlato dell’importanza del digiuno e dei succhi verdi e degli ormoni vegetali, chi se lo sarebbe aspettato ad un convegno del genere?

Come si può restare in silenzio quando sappiamo che l’OMS assieme ad un altro ente (formato da 40 membri di cui 20 con conflitti di interessi) ha cambiato l’algoritmo degli eventi avversi per renderli praticamente quasi impossibili da valutare? “Senza precedenti epidemiologici, allora non si può parlare di evento avverso” vi pare normale? Come se tutto fosse sempre immutato ed immutabile.

Quando invece esistono studi epidemiologici precedenti, i cosiddetti esperti prendono i numeri e li modificano a loro piacimento (in maniera palese e per nulla sottile) per dimostrare che no, non c’è nessuna correlazione.

Il coltello dalla parte del manico

Dove sta la sicurezza nel momento in cui sappiamo che c’è una forte contaminazione da dna fetale “cell free fetal DNA” ?

Si possono trovare fino a 370.000 cellule in una semplice dose. E questo DNA si va a legare a dei recettori, i TLR9, che inducono una risposta autoimmunitaria verso frammenti di stessa natura.

Sappiamo anche che i vaccini possono mutare le cellule staminali. Vi stiamo dicendo ehi tu non ti vaccinare? No, perlomeno bisogna prendere consapevolezza e conoscere cosa c’è dietro. In questa foto potete vedere in centro il cosiddetto “controllo negativo” cioè delle cellule staminali che private del loro liquido di coltura dopo 80 giorni sono morte. Nella foto a destra invece quello succede quando addizioni un vaccino alle staminali, che, private del liquido, continuano a vivere.

E le mutazioni possono avvenire davvero lungo l’arco di tutta una vita, esistono studi a lungo termine su un gruppo di individui per valutare eventuali AEFI ? No.

Parleremo a tempo debito delle analisi fatte dalla Dottoressa Bolgan e Corvelva, una frase rimasta impressa la condivido : ci siamo chiesti se aspettare la corretta sequenza di azioni prima di divulgare questi dati. Io sono anche un genitore, ed in quanto tale vorrei sapere quali sono le incongruenze che sono state trovate. Devono essere ancora validate da un giornale e peer review? Certamente, ma ci è sembrato giusto parlarne subito.

Va be, qualcosina la diciamo

Da queste analisi metagenomiche e chimiche, è uscito di tutto. C’era chi parlava di problema di metodica : ad esempio prendiamo i due esavalenti analizzati. In uno sono stati identificati 3 antigeni su 6, nell’altro 0. Usando lo stesso metodo. Tra l’altro, la spettrografia di massa utilizzata per le analisi chimiche è la stessa usata dalla FDA. Altro punto interessante è che i produttori non fanno analisi a prodotto finito, ma soprattutto durante fase di ricerca e sviluppo ogni volta su singoli componenti per valutarne eventuale tossicità.

Un grazie anche alla collaboratrice del Dr. Gherardi per aver mostrato con chiarezza come le agenzie regolatorie si comportano sull’alluminio come adiuvante : mentono spudoratamente, e si condividono l’una con l’altra gli stessi articoli governati da bias allucinanti. Lo ripetiamo : iniettare ed ingerire non sono la stessa cosa. Ci hanno sempre raccontato il contrario e che vengono escreti. Ma purtroppo (per noi) migrano, rimangono all’interno dell’organismo, e la grandezza conta : sembra proprio che più piccola sia la quantità iniettata, più difficile è per l’organismo combatterla.

E nonostante le coperture vaccinali non siano legati a eventuali focolai, nonostante la mortalità sia scesa per queste malattie prevenibili da vaccinazione prima che questi venissero inventati, nonostante le schifezze che ha portato avanti l’OMS e l’industria, minando il rapporto di fiducia tra cittadino e istituzione, nonostante il DNA fetale che modifica le linee germinali e tanto altro, nonostante questa preliminare indagine (sbugiardata dai guardiani del sistema) e nonostante le tristi verità sull’alluminio (senza voler parlare dei militari e della Gulf War Illness, per carità i militari valgono meno di zero)

Io mi devo fidare? E poi sono i vegani gli estremisti?

Anche questa è una foto interessante. I vaccini non sono l’unico problema con cui avere a che fare. Zone pesantemente inquinate in tutta Italia, che condizionano la vita di tutti : cibo inquinato, aria malsana, aggiungi i farmaci, lo stress, interferenti endocrini vari, ed alla fine il rischio è dietro l’angolo per ciascuno di noi.

Un esempio stupido : pensate ad una mamma in gravidanza, che ha utilizzato per anni psicofarmaci, gode di una condizione socio economica che le permette a malapena di superare i bisogni primari : cibo vestiti ed un tetto sopra la testa. Vive nella terra dei fuochi, e si vaccina durante la gravidanza.

Ma va tutto bene, come dicevo questo è solo un esempio stupido.

Infine, ho sinceramente apprezzato l’intervento fuori programma del dr. Trinca : non sono mai stato un grande fan per i suoi modi, e non mi aspettavo che l’avrei mai detto, ma diamo a Cesare quel che è di Cesare. In pochi minuti, è stato l’unico a suggerire delle cose pratiche che si potrebbero mettere in atto.

Alla fine della fiera, le persone più sicure, che sbottano sulla qualità e la bontà di questi prodotti, come possono andare avanti? Il dr. Puliyel ha parlato di dissonanza cognitiva, e come non essere d’accordo con lui?

Non mi dilungo ancora, anzi chiudiamo così : come puoi non mettere nel Buffet nemmeno un piattino senza morte nel piatto? Purè con polipo, pasta con maiale, riso con pollo : menomale che c’era la frutta.

Si parla tanto di salute e poi un piccolo sforzo su questo settore non lo facciamo?

Prendiamo queste parole come spunto per riflettere : non possiamo pretendere che tutti vediamo le cose allo stesso modo, ma l’essere umano è empatico, in quanto tale cerchiamo di sforzarci di capire il punto di vista del diverso da noi.

Non ci si può vaccinare in sicurezza alla luce dei fatti : un titolo provocatorio, vedremo cosa succederà in futuro.

Commenta

Autore dell'articolo: GG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.