Vaccini e formaldeide

Molti vaccini in commercio contengono formaldeide il cui meccanismo di interazione col DNA umano dà come risultato la formazione di “addotti al DNA“, ovvero di DNA entro cui le molecole di formaldeide sono “incastrate”.

In sostanza, ibrido biologico-chimico che altera tutti i processi metabolici più profondi della cellula, riflettendosi poi nell’innesco di processi carcinogenici. Si ricordi che la formaldeide – come altre molecole di origine organica – può dare origine potenzialmente a numerosi tipi di “addotti al DNA” le cui conseguenze sul metabolismo non sono state ancora accertate. Si tratta in sostanza di gruppi chimici estranei al DNA e come tali non vengono riconosciuti dalle cellule che così possono indirizzare il proprio destino verso l’apoptosi (suicidio cellulare) come verso la moltiplicazione cellulare scoordinata (tumori).

La National Library of Medicine statunitense del NIH, nel gennaio 2010, ha pubblicato online il “Final Report on Carcinogens Background Document for Formaldehyde“. [1] Si tratta di un documento che dettaglia gli studi in vitro e in vivo sugli animali da laboratorio, cioè ratti, topi e criceti. È noto che il corpo metabolizza gli “ingredienti” dei composti e delle miscele in modo diverso a seconda che siano ingeriti e transitino nel tratto digestivo, oppure se vengano iniettati per via intramuscolare.

È vero ed accertato che l’ingestione di formaldeide induce fatti irritativi e lesioni a livello gastrointestinale seguiti da depressione del SNC, depressione miocardica, collasso circolatorio, acidosi metabolica e insufficienza multiorgano. Gli effetti tossici della formaldeide negli animali da esperimento comprendono irritazione, citotossicità e proliferazione cellulare nel tratto respiratorio superiore, irritazione oculare, iperattività polmonare, broncocostrizione, irritazione gastrointestinale e sensibilizzazione cutanea. Altri effetti segnalati comprendono lo stress ossidativo , la neurotossicità, gli effetti neurocomportamentali , l’immunotossicità, la tossicità testicolare e la diminuzione del fegato, della ghiandola tiroidea e dei pesi dei testicoli (IARC 2006, Asian et al., 2006, Sarsilmaz et al., 2007, Golalipour et al., 2008, Ozen et al., 2005, Majumder e Kumar 1995).

Quali effetti? Innanzitutto effetti genetici e correlati: La formaldeide è un composto genotossico ad azione diretta che agisce su molteplici vie di espressione genica, comprese quelle coinvolte nella sintesi del DNA e nella riparazione e regolazione della proliferazione cellulare. Studi in vitro con cellule di mammifero e umane erano positivi per addotti di DNA, legami crociati di DNA, crosslink di DNA-DNA, sintesi di DNA non programmato, rotture a singolo filamento, mutazioni ed effetti citogenetici (aberrazioni cromosomiche, scambio di cromatidi fratelli e induzione di micronucleo).

I tumori infantili sono aumentati in modo precipitoso e concomitante, a quanto pare, con l’aumento delle vaccinazioni obbligatorie che iniziano fin dalla nascita (il vaccino contro l’epatite B viene quindi somministrato). Che legame c’è tra formaldeide e formalina nei vaccini con i tumori infantili? In che modo questa domanda è correlata a queste informazioni del “National Cancer Institute FactSheet Childhood Cancers?” Come al solito, mi ero dimenticato di aggiungere una lista incompleta ma indicativa dei vaccini, pediatrici e non, che ancora oggi contengono formaldeide: DTaP (tutte le marche), DTaP-Hep B-PPV (Pediarix), DTaP-Hib (TriHIBit ), DT (tutte le marche), Td (tutte le marche), Epatite A (Havrix, Vaqta), Epatite A -Epatite B (Twinrix), Hib (ActHIB), Hib-Epatite B Comvax), Influenza (Fluzone, Fluarix, Fluaval ), Encefalite giapponese (JE-Vax), Polio virus inattivato (Ipol), Tdap (Adacel, Boostrix). Tutto ciò senza aver considerato gli altri componenti vaccinali che assommano, tra gli altri, DNA, materiali di derivazione organica e inorganica, filamenti di DNA single e double-stranded ed altre amenità che non nomino per una questione di delicatezza.

Davide Suraci

[1] http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20737003

[2] http://www.cancer.gov/cancertopics/factsheet/Sites-Types/childhood

Commenta

Autore dell'articolo: GG

Foto del profilo di GG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *